I Dialoghi del Machiavelli

Dando concreta attuazione al Progetto Biblioteche Innovative, che prevede fra i suoi obiettivi la realizzazione di attività collegate alla Biblioteca e l’apertura al territorio con iniziative di carattere culturale, il Liceo Machiavelli presenta I Dialoghi del Machiavelli, un ciclo di conversazioni fra docenti, studiosi e studenti che privilegia la modalità del dialogo per la costruzione del sapere. Anche nell'a.s. 2018-2019 l’iniziativa si svolge sotto il Patrocinio del Comune e della Città Metropolitana di Firenze e prevede la collaborazione delle classi 3L, 3M e 4G Internazionale e 4B Classico, impegnate nell'Alternanza Scuola Lavoro.

Gli studenti del Liceo possono richiedere alla Biblioteca un attestato che documenti la presenza agli incontri. Il Collegio dei docenti riconosce agli studenti che siano presenti agli incontri pomeridiani un credito scolastico, a patto che tale frequenza, documentata, sia pari o superiore a 12 ore (ovvero 6 incontri).

Essendo la scuola un ente di per sé accreditato a erogare la formazione, il Collegio riconosce altresì la partecipazione agli incontri pomeridiani quali attività valide ai fini della Formazione in servizio, ai sensi della Direttiva n. 170/2016. 


Calendario degli eventi

giovedì 20 dicembre - In occasione dell’Open day

Vittorio Biagini, Dal Romanticismo a Leopardi, ore 15:00

Quali relazioni vi sono fra il Romanticismo europeo e quello italiano? In che modo la corrente letteraria che segna l'ingresso nella modernità influenza i maggiori poeti dell'Ottocento? Leopardi è un romantico? E lo è davvero Manzoni? Un percorso che mostra la complessità della Storia letteraria al di là delle definizioni che spesso si trovano sui manuali. Leggere i testi e analizzarli per cogliere queste dinamiche è divenuto per alcuni studenti del Liceo un'esperienza consolidata di Alternanza Scuola Lavoro. Dal premiato Ciclo "Perché poeti in tempo di povertà?" una lezione sui classici che li mette alla prova di moderni interrogativi.

Leonardo Bucciardini, Parigi capitale del XIX secolo, ore 18:00

È così che Walter Benjamin definisce la «ville lumière». La città delle gallerie e dei passages, delle barricate e delle Esposizioni Universali è il perfetto paradigma dell’ascesa della borghesia ottocentesca. Donne elegantemente vestite e uomini con la tuba percorrono le interminabili prospettive volute da Haussmann, instancabili flâneurs. Nasce  il “tempo libero”, ignoto al popolo della rivoluzione, abituato a spendere il proprio giorno soltanto nelle necessità e nella fatica. Un universo illusorio e scintillante, alla cui decifrazione contribuiscono filosofi e letterati e in special modo Baudelaire.

Laboratorio (5A SU) Metamorfosi urbane: Roma e Firenze, ore 19:00

Da D'Annunzio a Pirandello, da Gadda a Montale, da Palazzeschi a Pasolini, un percorso fra immagini e parole che illustra la trasformazione della città fra Belle époque e secondo dopoguerra. Roma e Firenze sono due esempi significativi di questa metamorfosi che piega la storia millenaria dei centri urbani alle esigenze della modernità, con il rischio di metterne in crisi l'identità e di creare dei veri e propri nonluoghi.

 

e inoltre nel 2019:

11 gennaio, ore 18:00 - In occasione della Notte nazionale dei Licei Classici

Enrico Magnelli e Maurizio Ciappi, Le «Troiane» da Euripide a Seneca

 

25 gennaio, ore 14:30 - Per il Ciclo «Scienze»

Riccardo Ruffoli, Il nostro cervello e la percezione del mondo che ci circonda

Moderatrice: Nadia Gloria Lacerenza 

 

Ciclo: Dialoghi sull’Arte e l’Archeologia (febbraio-marzo)

6 febbraio, ore 14:30

Jacopo Moggi, Evoluzione umana: ultime novità

Moderatrice: Francesca Curti

 

13 febbraio, ore 14:30

Luca Bachechi, Preistoria a fumetti e fumetti preistorici

Moderatrice: Francesca Curti

 

20 febbraio, ore 14:30

Fabrizio Paolucci, Le scoperte di tracce di colore sulle statue antiche degli Uffizi

Moderatrice: Francesca Curti

 

27 febbraio, ore 14:30

Chiara Bettini, Gli scavi dei tumuli di Artimino e Comeana

Moderatrice: Francesca Curti

 

4 marzo, ore 14:30

Tomaso Montanari, Arte: bene comune

Moderatore: Leonardo Bucciardini

 

 

marzo - da definire

Marialuisa Bianchi e Maria Letizia Grossi, Scrittrici/generi: storia e giallo

Moderatrice: Maria Beatrice Di Castri

 

Arnaldo Bruni, La letteratura del Boom: Bianciardi

Moderatrice: Elena Parrini

 

Emanuele Pace, Pianeti extrasolari, altri mondi e speranza di altra vita nell’universo

Moderatrice: Stefania Miglio

 

 

aprile - de definire

Piero Poccianti, Intelligenza Artificiale

Moderatrice: Stefania Miglio

 

Antonio Manzini, Giallo italiano

Moderatore: Leonardo Bucciardini

 

 

maggio - da definire

Riccardo Bruscagli, Amici diversi: Guicciardini vs Machiavelli

Moderatrice: Chiara Egidi

 

Alessandro Sardelli, La Biblioteca Rinucciniana. Storia di un luogo d'incontri e attualità

Moderatore: Vincenzo Bonaccorsi

 

Maddalena Bonechi, «Gioite al canto mio, selve frondose»: Ottavio Rinuccini e la nascita dell'opera in musica

 

 

Eventi passati

venerdì 19 ottobre, ore 14:30-16:30 - Inaugurazione del Ciclo «Letteratura e Storia»

Gino Tellini, Risorgimento senza eroi

Moderatrice: Francesca Mecatti

Risorgimento senza eroi è il titolo di un famoso saggio di Piero Gobetti, che guarda «contro luce» le figure e gli eventi dell’Unità d’Italia mostrando gli «insolubili problemi» e le «disperate speranze» di un’età presto mitizzata. Ma è Giovanni Verga che nella novella Libertà narra i drammatici fatti di Bronte: in essi le attese di giustizia sociale e di partecipazione politica sono deluse e tradite senza appello. Ed è infine con Giuseppe Giusti che, da sublime, il Risorgimento diviene oggetto di parodia.

http://www.liceomachiavelli-firenze.edu.it/com/file/SCUOLA/biblioteca/Risorgimento senza eroi, classe 3L.pdf

 

sabato 1° dicembre, ore 16:00 - In occasione dell’Open day

Leonardo Bucciardini, Cosa è stato il ’68

È quasi impossibile distinguere il Sessantotto dal 1968, perché una strana alchimia collega fatti di quell’anno che a prima vista sembrano lontani. Dunque: il Maggio francese e la contestazione giovanile, la protesta contro la guerra in Vietnam e la Primavera di Praga, la nascita del dissenso in Urss e gli assassini di Martin Luther King e di Robert Kennedy. E ancora: gli esordi della teologia della liberazione, il movimento indipendentista basco, il primo delitto del mostro di Firenze… A cinquant’anni da un periodo che ha segnato comunque una cesura storica: cosa è stato il ’68?

http://www.liceomachiavelli-firenze.edu.it/com/file/SCUOLA/biblioteca/Cosa è stato il '68.pdf

 

giovedì 6 dicembre, ore 14:30 - Inaugurazione del Ciclo «Scienze»

Nicola Messina, L’arte della comunicazione nelle piante

Moderatrice: Nadia Gloria Lacerenza

Dalle Americhe all’Africa, dalla regione Indo-malese all’Australia, l’autore ci accompagna in un viaggio alla “riscoperta” del Regno vegetale, dove l’apparente immobilità delle piante cela un complesso insieme di stratagemmi, astuzie e adattamenti necessari a far fronte alle necessità della sopravvivenza. Uno sguardo su un mondo da reinterpretare e leggere in chiave diversa, alla luce di antiche e nuove scoperte.

 

Torna su